L'ebreo che ride: L'umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle

La grande tradizione dell umorismo ebraico ha in Moni Ovadia un interprete d eccezione Come ha scritto Giovanni Raboni, ci sarebbe impossibile ormai fare a meno di tutto ci che Ovadia riuscito in pochi anni a renderci, da remoto e straniero che era, famigliare e quasi nostro.
L ebreo che ride L umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle La grande tradizione dell umorismo ebraico ha in Moni Ovadia un interprete d eccezione Come ha scritto Giovanni Raboni ci sarebbe impossibile ormai fare a meno di tutto ci che Ovadia riuscito in poch

  • Title: L'ebreo che ride: L'umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle
  • Author: Moni Ovadia
  • ISBN: 9788806149161
  • Page: 424
  • Format: Paperback
  • 1 thought on “L'ebreo che ride: L'umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle”

    1. The Bulgarian born Moni Ovadia is quite known in Italy mainly for his activity in theatres.Ovadia's yiddish humour is simply devastating although is all but original. This polyedric man has done such an excellent job in recollecting oral tales, stories and mottos of European Jews. It's thanks to Ovadia that I've learnt the meaning of words like "goy", "shetl", "tate", or "schmuck" which are pretty useful to know if you get into a certain kind of literature. These eight lessons and two hundred st [...]

    2. Un libro che narra la storia degli Ebrei dell'Europa orientale dall'800 ai giorni nostri tramite le battute dell'umorismo yiddish. Un libro che insegna molto riguardo la cultura, la teologia e la storia ebraica contemporanea. Una lettura che, per quanto sia impegnata, non smette mai di essere leggera e divertente.

    3. In realtà la categoria del libro dovrebbe essere Humour/Religion/Education. Moni viaggia nella cultura ebraica con leggerezza, usando storie comiche, che chiamare barzellette sarebbe risuttivo, per aprire il mondo di questa ricchissima culturaokcrossing/journal/975053

    4. Già soltanto scoprire cos'è il Talmud sarebbe valsa la lettura. Che lo spirito del witz ci accompagni siempre :)

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *