Rwanda, la cattiva memoria

COSA RIMANE DEL GENOCIDIO CHE HA LASCIATO INDIFFERENTE IL MONDOIn Rwanda, nell aprile 1994, l esplosione della violenza provocava la morte di centinaia di migliaia di persone, forse un milione Tra aprile e giugno viene commesso uno dei pi grandi crimini della storia dell umanit.Questo libro risponde ad alcune domande fondamentali Perch l Occidente non fece nulla per eCOSA RIMANE DEL GENOCIDIO CHE HA LASCIATO INDIFFERENTE IL MONDOIn Rwanda, nell aprile 1994, l esplosione della violenza provocava la morte di centinaia di migliaia di persone, forse un milione Tra aprile e giugno viene commesso uno dei pi grandi crimini della storia dell umanit.Questo libro risponde ad alcune domande fondamentali Perch l Occidente non fece nulla per evitare il genocidio rwandese Perch la comunit internazionale continua a mentire quando afferma che simili massacri non si ripeteranno pi Quanto il genocidio ha cambiato il Rwanda e l Africa Quali e quante sono le analogie esistenti tra ci che accadde in Rwanda e fatti attuali come la guerra in Siria e la morte dei migranti nel mare davanti a Lampedusa.Per evitare gli errori, e gli orrori, del passato il ricordo non basta Non basta istituire giornate o luoghi della memoria, tanto meno scrivere documenti che solennemente dicano mai pi Bisogna fare in modo che quelle carte, quei luoghi, quelle giornate diventino veicolo di scelte coraggiose e comportamenti responsabili, nelle vite di tutti e nella vita di ogni giorno Bisogna che la memoria del passato si trasformi in etica del presente.
Rwanda la cattiva memoria COSA RIMANE DEL GENOCIDIO CHE HA LASCIATO INDIFFERENTE IL MONDOIn Rwanda nell aprile l esplosione della violenza provocava la morte di centinaia di migliaia di persone forse un milione Tra apr

  • Title: Rwanda, la cattiva memoria
  • Author: Françoise Kankindi Daniele Scaglione
  • ISBN: 9788868610180
  • Page: 331
  • Format: Paperback
  • 1 thought on “Rwanda, la cattiva memoria”

    1. VENT’ANNI BASTANO (DOVREBBERO)Uno degli aspetti che apprezzo di più negli scritti (e negli interventi) di Daniele Scaglione è la sua volontà e capacità di spiegarsi, di restare semplice e chiaro anche quando affronta argomenti complessi e drammatici.Credo si possa definire divulgazione, nel senso migliore del termine. Una virtù e un talento non da poco.Questo breve testo potrebbe anche intitolarsi “Tutto quello che avreste voluto sapere sul genocidio del Rwanda del 1994, ma non avete ma [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *