La Toccata in do maggiore

Quando, nelle belle giornate di tarda primavera e di primo autunno, le finestre delle classi e dei corridoi restavano aperte, il suono degli strumenti su cui si esercitavano gli allievi arrivava a cento metri di distanza dall edificio scolastico Sembrava di sentire un orchestra che si accordasse prima di un concerto Ognuno eseguiva la sua parte senza badare agli altri e Quando, nelle belle giornate di tarda primavera e di primo autunno, le finestre delle classi e dei corridoi restavano aperte, il suono degli strumenti su cui si esercitavano gli allievi arrivava a cento metri di distanza dall edificio scolastico Sembrava di sentire un orchestra che si accordasse prima di un concerto Ognuno eseguiva la sua parte senza badare agli altri e, si sarebbe detto, a loro dispetto quasi volendo sopraffarli Talvolta i pezzi eseguiti erano frammenti di una qualche composizione, ma di solito si trattava dei consueti esercizi di routine scale, passaggi, figure Di qua il lamento del violino, di l la tromba e il corno, pi in l ancora un fagotto accompagnato dal tamburo o dai timpani e, sopra lo strepito generale, la limpida voce del pianoforte.Una meditazione sul destino dell artista, una storia di formazione, il racconto di una sfida.In preparazione dell esame, l anziano professore di musica Adam Plater suona la Toccata in do maggiore di Schumann al Narratore e al suo compagno di liceo Slavek mentre picchia sui tasti gliene racconta con voce commossa il significato come se fosse una novelletta per pianoforte sull arte del pianoforte e sulla vita del musicista da quell incontro oltre il tempo che la sonata di Schumann s insinua nelle vite dei due giovani, quasi se ne impadronisce, quale profezia e memento, sull illusione del destino, sulle sirene della vita che chiamano.Antoni Libera ha scritto questo racconto di stile superbamente classico nel 2013.
La Toccata in do maggiore Quando nelle belle giornate di tarda primavera e di primo autunno le finestre delle classi e dei corridoi restavano aperte il suono degli strumenti su cui si esercitavano gli allievi arrivava a cen

  • Title: La Toccata in do maggiore
  • Author: Antoni Libera Vera Verdiani
  • ISBN: 9788838933226
  • Page: 493
  • Format: Paperback
  • 1 thought on “La Toccata in do maggiore”

    1. Il Narratore di questo racconto lungo narra in prima persona: di sé, principalmente (ma non ne conosceremo mai il nome); ma pure del suo compagno di corso Slavek, con il quale si sta preparando all’esame finale; del loro professore Adam Plater; e di Schumann. Perché il liceo in questione è il Liceo Musicale di Varsavia, il professore in questione è un anziano insegnante che suona il piano, e l’esame è la prova finale di musica, dal cui esito dipenderà la vita dei due ragazzi: essere am [...]

    2. In un tempo e in uno spazio indefiniti (probabilmente a cavallo fra gli anni Cinquanta e Sessanta, in una città dell’est europeo), sta per iniziare l’ultimo anno del Liceo Musicale. Si tratta di un anno particolare perché, a parte la musica, tutte le altre materie vengono relegate in secondo piano, per consentire agli studenti di prepararsi all’esame finale che deciderà del loro destino: essere ammessi al conservatorio e diventare un musicista, oppure, “dopo dodici anni di sfibrante a [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *